Cosa fare quando soffri

Molte volte il disagio viene alimentato proprio dal nostro atteggiamento mentale. Ecco la via per uscirne

Autore: Raffaele Morelli

Pagine: 144

Prezzo € 9.40
€ 6.58
Prodotti correlati
  1. Collana "impariamo a vivere"
    Collana "impariamo a vivere"
    Prezzo speciale 34,00 € Prezzo normale 57,60 €
  2. 3 volumi della collana “Impariamo a vivere” di Raffaele Morelli
    3 volumi della collana “Impariamo a vivere” di Raffaele Morelli
    Prezzo speciale 19,00 € Prezzo normale 29,10 €
  3. Il passato non conta
    Il passato non conta
    Prezzo speciale 6,79 € Prezzo normale 9,70 €
  4. Smetti di criticarti
    Smetti di criticarti
    Prezzo speciale 6,58 € Prezzo normale 9,40 €

Se percepisci il dolore emotivo senza commentarlo e senza ragionare sulle cause, dura solo il tempo necessario perché la ferita dell'anima si cicatrizzi e tu possa evolvere, esprimendo aspetti che stavi ignorando.

L'indice del libro

  • Introduzione | I patimenti sono insegnamenti
  • Capitolo 1 | I dolori aiutano a rigenerarci
  • Capitolo 2 | Come superare la sofferenza emotiva
  • Capitolo 3 | Anche i tormenti più grandi devono finire

Arrendersi è la migliore terapia

Si ottengono risultati straordinari e rapidi quando si impara a creare uno stato interiore di non opposizione, di resa, di non interferenza nei confronti dei disagi e dei dolori. La resa è la migliore terapia ed è tanto più efficace quanto più è silenziosa, senza commento, senza alcuna aspirazione se non quella di farsi travolgere, indebolire dai disturbi. L'imperativo che va usato con se stessi è: "Non devo correggere, non devo migliorare, non devo pensarci su; devo solo farmi annichilire, abbattere". E vanno messe da parte le frasi idiote, che spesso ci recitano gli amici: "Dai, reagisci, non restare lì cosi; muoviti, esci, lotta". L'anima non vuole che reagiamo: ama la nostra resa incondizionata; ama quella presenza contraddittoria di delusione, piacere, tristezza, gioia. In questo modo i disturbi diventano depuratori dell'anima: vengono per farci usare energie che abbiamo rimosso, per portarci via dall'essere uguali a tutti, per disidentificarci, per farci diventare semplici, naturali, per portarci quel senso di estraneità che ci unisce a tutto l'universo. Quando riconosco e accolgo le mie debolezze e fragilità sento allargarsi le pareti della mia casa interiore, sento che nel mio intimo si fanno spazio immagini universali. Sì, quando ci sentiamo effimeri, imperfetti ed esposti al dolore, allora percepiamo l'Eterno che è anche in noi.

I dolori puri e quelli inutili

Il grande psichiatra Ronald Laing, autore del libro "L'lo diviso", sosteneva che nella vita esistono due tipi di dolori. I primi sono quelli che ci toccano in seguito a lutti, disgrazie, abbandoni, sfortune o gravi difficoltà. Questi dolori però sono destinati a durare poco, giusto il tempo per superare la crisi. Se non fosse che noi continuiamo a rimuginarci sopra, prolungando la sofferenza. Questo fa nascere il secondo tipo di dolori, quelli che durano a lungo; sono i dolori della mente, che si cronicizzano e ci rendono artificiali e lamentosi. I primi possiamo definirli dolori utili perché ci aiutano a evolvere e hanno queste caratteristiche: sono a scadenza non durano indefinitamente, e sono puri: senza recriminazioni, sensi di colpa, elucubrazioni. E se ripensi all'evento che ti ha fatto soffrire, il ricordo non li risveglia. I secondi sono invece dolori inutili, che hanno queste caratteristiche: durano a lungo, tanto che a un certo punto ti pare di stare male da sempre, non riesci a immaginarti senza questi dolori: sono diventati una parte di te; ripensare al passato risveglia sempre la sofferenza in modo acuto. Nel primo caso, l'inconscio attiva un'energia psichica primigenia e troverà la soluzione più adatta per superare il dolore. Nel secondo, la vita rimarrà inceppata nei labirinti della mente.

L'anteprima del libro

La nuova collana "Impariamo a vivere" di Raffaele Morelli è in edicola con Riza Psicosomatica

Passo a passo le regole pratiche di autoterapia per imparare a stare bene qualsiasi cosa accada

Il piano dell'opera:  

  • Il passato non conta
  • Mai ragionare sui tuoi disagi
  • Non pensare, immagina
  • Fidati solo del tuo istinto
  • Ciò che cerchi è dentro di te
  • Sei molto più di ciò che credi

Raffaele Morelli

Medico psichiatra e psicoterapeuta, Raffaele Morelli fonda nel 1979 a Milano l'istituto Riza di medicina psicosomatica. Il suo lavoro è da sempre orientato alla riscoperta della dimensione psicosomatica come chiave di senso per interpretare ed affrontare le patologie e i grandi disagi dell'epoca contemporanea. Autore di numerosi libri di successo, dirige le riviste Riza Psicosomatica, Dimagrire, MenteCorpo

Spedizione e pagamento

Puoi scegliere tra spedizione con Posta (gratis, consegna in 10/15 giorni) o con corriere espresso (5€, consegna in 24/48h). Ti verrà chiesto di scegliere durante le fasi d'acquisto

Metodi di pagamento accettati: carta di credito, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.

Maggiori Informazioni
WebGains Event IDNo

Spedizioni

Per gli Abbonamenti alle riviste:
La spedizione dei numeri è gratuita. Se agli abbonamenti sono associati dei libri in omaggio, potrai scegliere le modalita di spedizione dei libri al momento dell'acquisto
Per i libri:
0€ con posta (consegna in 20/25 giorni lavorativi dalla ricezione del pagamento)

5€ con corriere (consegna in 24/48h dalla ricezione del pagamento; per Sicilia, Calabria e Sardegna: 48/72h). Le spedizioni vengono effettuate esclusivamente nei giorni lavorativi: sono esclusi sabato, domenica e giorni festivi)

Pagamento sicuro

pagamenti
Puoi pagare con carta di credito (transazione sicura Banca Sella), PayPal, bollettino postale o bonifico bancario.

Per velocizzare la consegna dei libri o corsi ti consigliamo di pagare con carta di credito o PayPal.