Dimagrimento

La pizza

Se scegli quella giusta non rischi di ingrassare

Autore: Istituto Riza di Medicina Psicosomatica

Pagine: 160

Prezzo € 11.50
€ 8.05

Con tante verdure e la giusta quota di proteine, il piatto italiano più amato nel mondo sazia, sgonfia e non fa aumentare di peso. Sceglila con la farina integrale: così assumi sostanze nutrienti più complete. Gli abbinamenti giusti e i condimenti sani danno più sapore e ti aiutano a bruciare i grassi. Grazie alla semplicità degli ingredienti usati e al sapore ricco, la pizza resta uno dei piatti più conosciuti e consumati in tutto il mondo.



Indice del libro

    • Le origin
    • Il cibo povero più amato dai sovrani
    • Le sue virtù
    • Mangia la pizza e resti in salute
    • I benefici
    • I trucchi per renderla meno calorica
    • Lavorazione
    • La versione casalinga, buona e leggera
    • I menu
    • Varianti deliziose di un classico

La pizza

Il cibo povero più amato

Nata a Napoli a metà del ‘700, la pizza è diventata simbolo dell’Italia, con il bianco della mozzarella, il rosso del pomodoro e il verde del basilico. Nasce come un piatto povero che necessità per la preparazione di cibi e strumenti semplici: farina, olio, sale, lievito e di un forno da cottura.Insieme alla pasta, la pizza è uno dei piatti che ha reso gli italiani famosi in tutto il mondo: sbarca negli Stati Uniti insieme ai primi immigrati italiani alla fine del XIX secolo tant’è che oggi è New York la città con il più alto consumo di pizze, seguita da San Paolo con 30 milioni di pizze al mese. La Marinara e la Margherita sono le versioni più conosciute. Un'antica leggenda racconta che fu Vneree, dea della bellezza, a inventare la meravigliosa ricetta della pizza che in seguito condivise con tutti gli abitanti della città posta alle pendici del Vesuvio

Un piatto ricco di energia

Nonostante la pizza sia un piatto semplice, può avere un valore nutrizionale diverso a seconda degli ingredienti che vengono utilizzati nella farcitura. La vera pizza napoletana è un piatto ricco di carboidrati complessi a lento assorbimento che danno energia all’organismo senza provocare sbalzi di insulina pericolosi per la linea e la salute

I suoi principali ingredienti sono farina, pomodoro, olio, oltre ad una serie di variabili. L’ideale sarebbe cuocere la pizza in un forno a legna, dove l’alta temperatura riesce a regalare a questo alimento una crosta regolare e gonfia e un profumo delizioso simile a quello del pane

Le calorie per 100 g di prodotto variano dalle 330 alle 370 a secondo del contenuto di fibra e delle farine adoperate. A queste calorie bisogna poi aggiungere quelle di condimenti grassi (olio e formaggi), proteine (formaggi, insaccati, pesce) e verdure.

La pizza non ingrassa

Chi è a dieta o deve perdere qualche chilo, spesso pensa che la pizza sia uno di quei classici alimenti da eliminare. Niente di più sbagliato, dicono i nutrizionisti. Perché il nostro cervello vive di glucosio, che deriva dalla digestione di quegli amidi contenuti in abbondanza anche nella pizza. E di glucosio vivono i nostro globuli rossi, milioni e milioni di cellule che trasportano infaticabilmente l'ossigeno dai polmoni a tutti gli organi, rimuovendo da questi l'anidride carbonica tossica per l'organismo.

Considerando la vera pizza napoletana DOC, caratterizzata da una base (pasta) molto più sottile, quindi più leggera e meno ricca di carboidrati, e da un uso moderato di olio, si può tranquillamente dire che questa preparazione è adatta anche per chi è a dieta: basta consumarla arricchita di proteine e come piatto unico.

Le soluzioni più efficaci taglia-calorie in pizzeria sono:

  • Preferire le pizze più sottili
  • Chiederla senza olio aggiunto
  • Scegliere una pizza vegetariana
  • Chiedere una pizza con poca mozarella

L'autore

Questo libro è stato scritto dagli esperti dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica. L'istituto, fondato nel 1979 da Raffaele Morelli insieme a un gruppo di medici, psicologi e ricercatori, ha lo scopo di studiare l'uomo come espressione dell'unità psicofisica, riconducendo a questa concezione l'interpretazione della malattia, della sua diagnosi e della sua cura.

Spedizione e pagamento

Puoi scegliere tra spedizione con Posta (gratis, consegna in 10/15 giorni) o con corriere espresso (5€, consegna in 24/48h). Ti verrà chiesto di scegliere durante le fasi d'acquisto

Metodi di pagamento accettati: carta di credito, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.

Segui Curarsi Mangiando su Facebook!




Maggiori Informazioni
WebGains Event IDN/D

Spedizioni

Per i libri:
scegli il metodo di spedizione. I libri verranno spediti dopo la registrazione del pagamento.
Per gli Abbonamenti 
Le riviste in abbonamento verranno spedite a mezzo Posta Ordinaria e gli abbonamenti verranno attivati a partire dal primo numero raggiungibile al ricevimento dell’ordine.
0,00 € Poste Italiane Ordinaria (consegna in 15/20 giorni dalla ricezione del pagamento)

Per gli ordini con i relativi pagamenti che ci perverranno dopo il 5 agosto, Riza non garantirà la consegna prima della chiusura estiva (dal 10 al 26 agosto 2024).

6,00 €   Espresso (consegna in 24/48h dalla ricezione del pagamento; per Sicilia, Calabria e Sardegna: 48/72h)

Per gli ordini, con i relativi pagamenti, che ci perverranno dopo il 26 luglio 2024,  la spedizione verrà effettuato dopo la chiusura estiva a partire dal 26 agosto 2024.

Pagamento sicuro
pagamenti
Puoi pagare con carta di credito (transazione sicura Banca Sella), PayPal, bollettino postale o bonifico bancario.

Per velocizzare la consegna dei libri o corsi ti consigliamo di pagare con carta di credito o PayPal.